Asus Eee Pad Transformer Prime: riscontrati i primi problemi di autonomia e di GPS

L’Asus Eee Pad Transformer Prime è da pochissimo nei negozi e già sono sorti i primi problemi.

Il primo riguarda la durata della batteria. Secondo i dati del produttori dovrebbe infatti permettere di stare lontani dalla presa di corrente per ben 12 ore ma secondo i primi test fatti si ferma ad appena 5-7 ore di utilizzo.

Il secondo problema riguarda invece il fix dei satelliti con il modulo GPS integrato. Esso fa abbastanza fatica e spesso non riesce ad agganciare i satelliti per i servizi di geolocalizzazione.

Il portavoce di Asus Italia ha rilasciato una dichiarazione ufficiale per quanto riguarda questi due problemi che non sono sicuramente secondari.

Ecco le parole ufficiali:

“La durata della batteria è in linea con quanto promesso. Ovviamente questo parametro dipende fortemente dalle condizioni di utilizzo e l’autonomia massima è sempre riferita a un uso “light” con tutti i sistemi di risparmio energetico attivi.”

Sul GPS è errato paragonare un prodotto come Prime ad uno smartphone. Innanzitutto perché gli smartphone utilizzano la connettività 3G per scaricare la tabella con la posizione dei satelliti e quindi identificare più rapidamente i satelliti. Cosa che può anche fare anche Prime via WiFi, ma solo quando è connesso. In secondo luogo perché Prime non nasce come Car Navigator, né ci immaginiamo che gli utenti lo usino mentre camminano per le strade della città, alla ricerca di una via o di un negozio. Per quelle cose ci sono appunto gli smartphone.”

Voi cosa ne pensate? Avete riscontrato sul vostro Asus Eee Pad Transformer Prime questi problemi o magari qualcos’altro?

Fatecelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visite

buzzoole code